Da Botticelli a Matisse - Mostra a Verona




Si svolgerà presso il palazzo della Gran Guardia a Verona dal 2 febbraio al 1 aprile 2013 e avrà come titolo “Da Botticelli a Matisse - Volti e figure” la nuova mostra organizzata da Marco Goldin di Linea d'Ombra, la società specializzata nell'organizzazione di grandi eventi espositivi.
La mostra sarà costituita da circa ottanta opere. Tra queste alcuni capolavori di grandi artisti, vere e proprie pietre miliari della storia dell'arte, provenienti da alcuni dei più importanti musei statunitensi. Hanno infatti acconsentito a prestare i loro “pezzi forti” istituzioni come il Museum of Fine Arts di Boston, il Museum of Fine Arts di Houston, il Ringling Museum di Sarasota e il Columbus Museum of Art.
Tra le opere, dipinti del Tintoretto, Tiziano, Paolo Veronese, El Greco, Rubens, Rembrandt, Velazquez, De La Croix, Degas, Monet, Van Gogh, Pissarro, Renoir, Matisse, Munch, Medardo Rosso.
La mostra avrà un'impostazione non cronologica, ma sarà invece suddivisa in varie sezioni tematiche che cercheranno di mettere in relazione opere anche molto diverse tra loro per impostazione e contesto storico-artistico. Verrà così evidenziato come il ritratto e la figura siano cambiate nel corso dei secoli al mutare della sensibilità dell'uomo.
Ad esempio, nella sezione dedicata alla rappresentazione del corpo esanime nel tema della deposizione, una “Deposizione nel sepolcro” di Paolo Veronese “dialogherà” con analoghe rappresentazioni realizzate da Tintoretto, Rembrandt e De La Croix. “San Domenico in preghiera” di El Greco, opera del 1605, sarà posizionata specularmente a “Monaco in preghiera” di Eduard Manet, dipinto quasi trecento anni dopo.
Una sezione molto ricca sarà poi quella dedicata agli impressionisti e post-impressionisti, i maestri che, forse più di ogni altro, all'indomani della modernità, contribuirono a dare vita a quella rivoluzione della forma sfociata poi nelle avanguardie del '900. Si potranno quindi ammirare opere fondamentali come “Danza a Bougival” di Auguste Renoir, il ritratto della “Signora Roulin” di Vincent Van Gogh o “Salici piangenti” di Claude Monet.
La sezione finale, attraverso opere come “Ritratto di Olga Merson” di Henri Matisse, o le sculture in cera di Medardo Rosso, mostrerà la progressiva perdita di prospettiva, l'abbandono della forma classica e il finale sfaldamento della figura umana della pittura contemporanea.

Visite guidate
Le guide turistiche di Verona sono sempre in prima linea nella promozione degli eventi artistici e culturali della città. La mostra “Da Botticelli a Matisse - Volti e figure", può diventare l'occasione per scoprire la città e i numerosi capolavori che sono conservati nei musei e nelle chiese cittadine. Per maggiori informazioni non esitate a contattare le guide turistiche autorizzate di Verona.
Per maggiori informazioni:

Post più popolari