EVENTI RIGENERAZIONI PROGETTO ZIP / CREATIVE LIVING LAB MIBAC/ Barletta 7-10 Novembre 2019

Z.I.P. Zone Interdisciplinar Projects
Comunicato stampa attività 7-8-9-10 novembre 2019

IL PROGETTO ZIP, VINCITORE DEL CREATIVE LIVING LAB DEL MIBAC, ENTRA NEL VIVO DEI TEMI DELLA RIGENERAZIONE URBANA, CON CONVEGNI E WORKSHOP APERTI ALLA CITTA’

Il contesto fisico del laboratorio urbano GOS-DISTILLERIE CULTURALI di Barletta si fa “cerniera” con lo spazio urbano, i cittadini e gli stakeholder, consolidando la sua mission multidisciplinare e inclusiva, grazie alle molteplici attività proposte dal progetto "Z.I.P. Zone Interdisciplinar Projects”,  redatto dalla storica dell’arte e manager culturale Giusy Caroppo e vincitore del Bando CREATIVE LIVING LAB, intervento promosso e sostenuto dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea e Rigenerazione Urbana del MIBAC e mirato a sensibilizzare i cittadini sui temi della riqualificazione territoriale.
Dopo aver dato l’avvio alle attività di didattica alternativa che hanno coinvolto le scuole di primo e secondo grado del quartiere, si entrerà nel vivo dei temi della rigenerazione urbana a partire da giovedì 7 sino a domenica 10 novembre con l’alternarsi di una serie di iniziative, tra teoria e pratica.
Giovedì 7 e venerdì 8 novembre, a partire dalle ore 17.30, nell’ambito dell’attività “RIGENERAZIONI”, si terranno due incontri di carattere tecnico ma aperti al pubblico, presso l’AUDITORIUM del GOS-Distillerie Culturali di Barletta.

Giovedì 7 novembre l’appuntamento dal titolo “PASSATO-PRESENTE-FUTURO - l’Ex Distilleria come Cerniera Urbana”, coordinato dall’ingegnere e architetto paesaggista Maria Cristina Petralla, avrà l’obiettivo di fare un punto sullo stato dell’arte, sulle previsioni già pianificate e in attuazione, sulle condizioni effettive dell’area, evidenziandone criticità e potenzialità, al fine di mettere insieme gli attori in un clima di reciproca collaborazione. L’attenzione è incentrata specificatamente sulle politiche di rigenerazione della città che insistono sull’area dell’Ex Distilleria. Il tema sarà approfondito alla presenza  - oltre che dell’arch. Maria Cristina Petralla e della dott.ssa Giusy Caroppo - degli arch. Paolo Daddato (Presidente Ordine degli Architetti della BAT) e Azzurra Pelle (Consigliere Ordine degli Architetti e delegata per la Commissione Cultura ed Enti Locali); degli ing. Sebastiano Manta (Presidente dell’Ordine degli Ingegneri della BAT) e Francesco Carpagnano (Delegato dello stesso Ordine sugli aspetti urbanistici); dell’arch. Cosimo Santoro (Referente BAT per ANCE, Associazione Nazionale Costruttori Edili e Confindustria); dall’arch. Vincenzo Sinisi (Componente del Direttivo INU Puglia); dall’arch. Daniela Fabiano (Funzionario della Soprintendenza archeologica, Belle Arti e Paesaggio per le Provincie BAT e Foggia). Prenderanno parola i progettisti dell’area, l’arch. Nicolangelo Dibitonto, l’arch. Michele Sgobba, l’arch. Stefania Patella e l’arch. Silvano Rizzi, oltre all’ing. Ernesto Bernardini, Funzionario Tecnico Comunale e del Dott. Nicola Salvemini, Assessore alle Politiche Sociali. Sarà presente il Sindaco della Città di Barletta Dr. Cosimo Damiano Cannito.
Venerdì 8 Novembre, allo stesso orario, l’attenzione sarà spostata sul tema “IL PROGETTO DOPO IL PROGETTO - Le discipline fondamentali per un programma a lungo termine” con una particolare attenzione alla “multidisciplinarietà”, che riversa un fondamentale ruolo, accanto e oltre il progetto di architettura.
 A partire dagli intenti del progetto ZIP e dalle funzioni del laboratorio urbano nel contesto del quartiere, alla presenza del capofila dei gestori del GOS, la Soundiff e la sua direttrice, la musicista e manager culturale Rita Lamonaca, prenderanno parola diversi professionisti. La discussione si aprirà con una riflessione sugli aspetti giuridico-amministrativi legati al concetto di “rigenerazione” nella normativa italiana e pugliese con l’avvocato Beppe Macchione (consulente nei processi di pianificazione urbanistica generale ed esecutiva), a cui seguirà l’analisi del concetto di “città collaborativa” secondo il sociologo Vitandrea Marzano (Dirigente dello Staff del Sindaco della Città di Bari con delega al welfare). Si parlerà di economia e gestione dei progetti urbani con l’economista urbano Giovanni Padula (direttore e fondatore di CityO, società di ricerca e consulenza specializzata nella valutazione di progetti di investimento su scala territoriale) e di comunicazione e marketing, con il dott. Lino Castrovilli specialista nel far dialogare, tramite gli spazi digitali, gli Enti Pubblici e le aziende con cittadini e clienti. La giornata si chiuderà con una tavola rotonda conclusiva guidata dall’avv. Beppe Macchione.
Negli stessi giorni, sino al 10 novembre, altri due appuntamenti animeranno gli spazi del GOS
LA CITTÀ FELICE /ARTE, ORTI E ARNIE TRASFORMANO LA CITTÀ a cura di Cristina Pistoletto e RIGENERART/CON LE MANI a cura di Stefano Faccini.
A condurre i laboratori del verde LA CITTÀ FELICE /ARTE, ORTI E ARNIE TRASFORMANO LA CITTÀ sarà Cristina Pistoletto - artista torinese, esperta di eco-sostenibilità e rigenerazione del verde - che nel 2014 ha ideato il progetto Respons(ability), dedicato al tema dell’economia sostenibile, con workshop incentrati su marketing e sociologia urbani, spesso dedicati alla consuetudine di allestire orti e arnie in città, specie nel nord Italia. Il laboratorio, organizzato negli spazi all’aperto de GOS mirerà a favorire il ritorno della Natura nella città e nel “cemento” e a incentivare il rispetto per il Verde Urbano. Insieme a collaboratori esperti e a volontari, Cristina Pistoletto offrirà l’esperienza degli “Orti Urbani”, progetto ormai di diffusione nazionale ma poco noto al sud che si rivolge a tutti coloro che si sentono vocati all’ “arte del coltivare”, specie dedicandosi a prodotti di uso comune con metodologie scientifiche e a riqualificare aiuole abbandonate. La teoria potrà, così, sposarsi alla pratica, usufruendo della possibilità di attivare laboratori negli spazi verdi brulli del GOS, in particolare in una sorta di “aiuola- scuola” cosicchè gli embrionali orti urbani potranno diventare un progetto pilota da replicare.

Nelle stesse giornate, ma sino al 10 novembre, si terranno i laboratori artistici RIGENERART/CON LE MANI, coordinati da Stefano Faccini, scultore e presidente dell’Associazione Eclettica, durante i quali - insieme ad associazioni del territorio che vorranno partecipare al network - si lavorerà intorno ai temi di Arte e Design, con laboratori della manualità legati prevalentemente alla pratica del riciclo: ogni partecipante sarà invitato a trasformare la propria idea in un oggetto d’arredo, utilizzando rifiuti e materiali di scarto, con la guida degli esperti.
Le attività dei due laboratori si svolgeranno in contemporanea in spazi aperti e nelle aule, giovedì 7 novembre (dalle ore 15.00 alle ore 18.00, esclusivamente per il laboratorio degli orti urbani), venerdì 8 (dalle ore 9.00 alle 16.00), sabato 9 (dalle ore 9.00 alle 16.00), i laboratori di design con l’uso di materiali di recupero proseguiranno anche il 10 novembre (dalle ore 9.00 alle 16.00).

Le attività laboratoriali sono gratuite, previa prenotazione ai seguenti contatti:
giusy gissi (segreteria organizzativa): m. 3294669092 – info@ecletticaweb.it


ECLETTICA - CULTURA DELL’ARTE
sede: via del mare 11 76121 Barletta BT
-----


Post più popolari