Luigi Presicce a Conversano



Sistema Ambientale e Culturale - SAC. Mari tra le Mura

“ART OPEN AIR. SCULTURE ALL’APERTO”

A CONVERSANO, LUIGI PRESICCE

Castello dei Conti Acquaviva d’Aragona

INAUGURAZIONE Sabato 16 dicembre 2017 ORE 18,30

Interverranno

Rosa Maria Padovano (Commissario straordinario)

Vincenzo Teofilo (RUP del progetto Sac)

musica: Leonardo Vita


4 artisti italiani e stranieri sono invitati dalla Fondazione Pino Pascali a realizzare un’opera per ciascuno dei comuni aderenti al progetto SAC Mari tra le Mura.

Il progetto, nato da un’idea della Fondazione Pino Pascali nell’ambito del ‘SAC Mari tra le mura’, individua quattro artisti di fama nazionale ed internazionale per la realizzazione di altrettante sculture collocate permanentemente nei luoghi simbolo delle rispettive città della rete del SAC: il Castello di Conversano, il Castello di Mola di Bari, il Museo del Fischietto di Rutigliano e il giardino delle sculture della Fondazione Pino Pascali di Polignano a Mare. Le sculture diventano un polo attrattivo culturale e turistico di qualità, trasformano le città e i suddetti luoghi in musei a cielo aperto, in sintonia con il paesaggio e con il tessuto urbano, riducendo la distanza tra il fruitore e l’opera.

Arte Open Air. Sculture all’aperto, progetto a cura di Rosalba Branà con Antonio Frugis, Susanna Torres e Nicola Zito, coinvolge nel Comune di Conversano l'artista Luigi Presicce per l'ultimo appuntamento. Partner del progetto è il Teatro Pubblico Pugliese.

Il 16 dicembre alle ore 18,30 interverranno Rosa Maria Padovano (Commissario straordinario) e Vincenzo Teofilo (RUP del progetto Sac).

A inaugurare la serata la musica di Leonardo Vita, che eseguirà l'arrangiamento di alcune Cantigas di Alfonso "El Sabio", periodo XIII sec. circa. Si tratta di una raccolta di canzoni monofoniche di ispirazione religiosa, creata nel XIII secolo per il Re di Castiglia Alfonso il Saggio, appassionato di musica e poesia, per un totale di quattro manoscritti. Sono composizioni di ispirazione moresca che abbracciano contestualmente la cultura e la religione cristiana, proseguendo così idealmente il tema affrontato dall'opera di Luigi Presicce. 

La lotta imperitura con gli Ottomani, bassorilievo in bronzo bianco è un’opera che si pone in dialogo con la storia e la cultura di Conversano e con la stretta attualità contemporanea. Rielaborando suggestioni pittoriche, cinematografiche e letterarie che partono dall’osservazione del Duello tra Raimondo di Tolosa ed Argante – tela che fa parte del ciclo della Gerusalemme liberata di Paolo Finoglio e conservata nella Pinacoteca comunale di Conversano – l’artista rielabora l’iconografia della scena di battaglia, trasformando i due cavalieri protagonisti rispettivamente in un mitologico centauro, in cui lo stesso Presicce rintraccia un riferimento alla Medea di Pier Paolo Pasolini, e in un essere fantastico munito di otto braccia, figura allegorica che rimanda all’impero turco e, allo stesso tempo, alla mistica induista. Nell’atmosfera bianca e atemporale, le due figure si affrontano in un titanico duello, che per l’autore rappresenta la metafora del ripetersi di uno scontro millenario di religioni e di culture, che si rinnova tragicamente nella sanguinosa cronaca dei nostri giorni.

Il progetto Arte Open Air sarà completato con l’attuazione dell’archivio digitale multimediale dell’arte (digital art) e della storia dei territori aderenti al Sac “Mari tra le mura” che conterrà tutte le specifiche culturali di ciascun luogo.

Luigi Presicce (Porto Cesareo, LE, 1976) vive e lavora tra Firenze e la sua città natale. Nella sua produzione, nata da studi indipendenti su estetica, storia, archeologia, religione e mistica occidentali e orientali, confluiscono arti visive e performative. Dopo aver frequentato l’Accademia di Belle Arti di Lecce senza aver conseguito il diploma, nel 2007 partecipa al Corso Superiore di Arti Visive (CSAV), Fondazione Antonio Ratti di Como, con Joan Jonas. È protagonista di mostre presso prestigiose istituzioni pubbliche e private, da Viafarini al MACRO, dalla Strozzina al MAMbo, dal MADRE alla Fondazione Claudio Buziol. Presente in svariati festival internazionali, nel 2008 fonda con Luca Francesconi e Valentina Suma “Brownmagazine” e poi Brown Project Space, e nel 2011 a Lecce “ArchiviAzioni”, con Giusy Checola e Salvatore Baldi. Vincitore di numerosi premi tra cui l’Epson Art Prize, il Premio Talenti Emergenti (CCC Strozzina) e Icona (ArtVerona), con Luigi Negro, Emilio Fantin, Giancarlo Norese e Cesare Pietroiusti è coinvolto in Lu Cafausu, progetto presentato, su invito di AND AND AND, a dOCUMENTA13 di Kassel. Dal 2016 è membro fondatore della Fondazione Lac o le Mon, San Cesario di Lecce.

SAC «Mari tra le mura: nel blu dipinto di Puglia» è un progetto finanziato dalla Regione Puglia a valere sul PO FESR Puglia 2007-13 Asse IV «Valorizzazione delle risorse naturali e culturali per l’attrattività e lo sviluppo», nei comuni di Polignano a Mare, Mola di Bari, Conversano, Rutigliano.

Post più popolari