Euterpe Competition un esplosione di colori musicali

 


Euterpe Competition un esplosione di colori musicali  
 
Il tutto si è inaugurato il giorno 13  alle ore 19.00 con la presentazione di “Story" dell'artista Vincenzo Mascoli nelle Torri adiacenti  al Teatro Comunale  e della Scenografia dell'intera manifestazione un enorme successo di pubblico, successivamente ore 20.30 il concerto serale di presentazione nel Teatro Comunale di Corato conclusosi con un enorme applauso.
 
Sono state le arie e le musiche del Duo Sarti, formato da Roberto Noferini-Violino e Chiara Cattani-Clavicembalo, a infiammare la scena nella serata inaugurale dell’Euterpe Competition 2016, nella cornice del Teatro “Comunale” di Corato.
I due musicisti, docenti dei rispettivi strumenti presso il Conservatorio Egidio Romualdo Duni di Matera, hanno eseguito sonate di Corelli, Handel, Bach, Somis e Sarti, deliziando il pubblico presente con bis all’insegna delle note del maestro Niccolò Paganini, raccogliendo applausi e consensi con una rivisitazione del “Moto perpetuo”.
Il Duo Sarti ha rappresentato il degno antipasto della 18^ edizione del concorso internazionale di musica Euterpe Competition 2016, direttore Artistico il Maestro Francesco Desantis , concorso che ha visto la partecipazione di oltre 700 musicisti di cui il 60% sono stranieri , organizzato dall’omonima associazione e sostenuto economicamente da comune di Corato, Regione Puglia, Parco Nazionale dell’Alta Murgia, Rotary Club Corato e alcuni enti privati (Banca Popolare di Puglia e Basilicata, Torre Vento, Cooperativa Terra Maiorum, Guidotti Ottica, Pastificio Riscossa, Molini Tandoi, Audionova-Matera, Amt Services -Bari, Libreria le Muse-Bari, Farina Pianoforti- Ostuni e Dai Optical-Molfetta). 
 
Ad aprire le danze è stata invece la mostra “Story”, personale dell’artista  Vincenzo Mascoli, autore anche dei fondali di scena e manifesto della manifestazione con il suo stile eclettico e inconfondibile.
Gradita dai visitatori e dai musicisti la doppia location, nella quale l’arte ha ispirato una dimensione sociale: il Cafè Margaret, lo splendido Teatro e le Torri che lo affiancano saranno dal 13 al  22 maggio un open space in cui l’arte abbatte pregiudizi e barriere, secondo il desiderio dell’artista Mascoli di relazionarsi con la platea internazionale che si avvicenderà nel corso dell’Euterpe
.
Scrive della personale Isabella Battista :
In un’epoca globalizzata in cui la pratica del ritratto dipinto scompare dalla quotidianità, Vincenzo Mascoli con i suoi décollages di volti rompe gli schemi dell’arte figurativa. E lo fa inserendo immagini provenienti da quotidiani e riviste patinate, dove si sottolinea la costante curiosità dell’uomo moderno di essere sempre a conoscenza di ciò che gli accade intorno. L’artista attribuisce ai suoi ritratti un aspetto veristico: indagando nelle pieghe della mente dei suoi personaggi e attraverso i ritagli di giornale, si evidenzia uno studio approfondito della psicologia del soggetto scelto e delle sue attitudini, rivelandone, infine, connessioni inaspettate. Di recente produzione sono anche le sculture: candidi assemblaggi di oggetti recuperati dalla vita di tutti i giorni e che raccontano l’aspetto ludico di Mascoli. I giocattoli, rappresentati nei suoi dipinti, diventano ora degli oggetti verniciati di bianco e trasformati in “finte sculture” che confermano, ancora una volta, la volontà dell’artista coratino di mettersi sempre alla prova e sperimentare nuovi linguaggi della modernità.
 
 le esibizioni degli archi hanno caratterizzato i primi giorni di concorso adesso e nei giorni successivi tutto pianoforte e l’edizione 2016 del concorso entrerà nel vivo con ospiti provenienti da mezza Europa e da diversi angoli del mondo. Germania, Corea, Austria, Francia, Giappone, Cina, Polonia, Lettonia, Albania, Bosnia Herzegovina, Kazakistan, Arzebaijan, Rep. Ceca, Montenegro, Portogallo, Danimarca, Armenia e Australia le altre nazioni presente, oltre all’Italia. A presiedure le giurie, di cui faranno parte i violinisti C. Scarpati, G. Buccarella, F. Schirinzi, R. Noferini, il Violoncellista V. Paternoster, il direttore d’orchestra G. Pelliccia, il flautista e compositore V. Mastropirro, il chitarrista e direttore P. Scarola, l’organista e compositrice G. Salvatori, i pianisti G.D. Binetti, Susana Barrios, M.V. Scarangella, G. Campagnola, A. Cirillo, A. Di Cristofano, C. Cattani e il direttore artistico del Concorso, maestro Francesco De Santis, saranno il violista Alfonso Ghedin e il pianista Anthony Tam.
 
 
Si concluderà il tutto con il concerto serale del 22  nel Teatro Comunale di Corato con l’esibizione dei vincitori assoluti delle varie categorie.
 
pubblica:
Massimo Nardi
 

Post più popolari