LA GRANDE STORIA DI SAN NICOLA

Da domani e sino al giorno 8 maggio, le stelle di FIAT LUX in corso Vittorio Emanuele piazza dell'Economia, ospiteranno la mostra del reportage fotografico di Vincenzo Catalano su i luoghi di vita e della traslazione delle reliquie di San Nicola. LA GRANDE STORIA DI SAN NICOLA è un ambizioso progetto che mira, attraverso la fotografia, “scrittura di luce”, a produrre opere che enfatizzano la valenza ecumenica del Vescovo di Myra, santo d’Oriente e d’Occidente, nella prospettiva che vede Bari come ponte nel dialogo tra Cattolici ed Ortodossi. Il lavoro di Vincenzo Catalano propone la vicenda agiografica di Nicola proposta, attraverso una serie di reportages realizzati tra la Turchia e l’Italia, a un pubblico attento ed esigente, dagli archeologi agli storici dell’arte, dagli appassionati di fotografia ai devoti nicolaiani. Ogni reportage nasce dalla condivisione delle professionalità e delle competenze di studiosi, che si muovono con l’intento di offrire al visitatore non solo immagini dal contenuto rigorosamente documentale, ma anche la possibilità di cogliere la profonda spiritualità di eventi e di luoghi grazie alla fotografia, arte che racconta. La ricca documentazione fotografica è accompagnata da dettagliate didascalie in grado di associare una descrizione rigorosa a un preciso percorso di visita. La presenza di planimetrie e stralci topografici, inoltre, consente al lettore di orientarsi comodamente all’interno di vaste aree archeologiche o di edifici di culto, percorsi che facilitano la diffusione del culto nicolaiano. Le sezione sono due: I Luoghi di Vita i San Nicola Reportage fotografico sui luoghi di nascita, predicazione e morte di San Nicola. Il cuore pulsante è naturalmente il reportage fotografico, gli scatti che ripercorrono i luoghi geografici della nascita e del transito terreno del Santo; essi presentano Patara, la zona archeologica di Myra, Andriake fiorente con il suo porto e il granaio, la basilica nicolaiana di Myra. Il mare, l’alba, il tramonto, giochi di luce e di ombre con l’intento di rapire il mistero sotteso alle cose quando ne possediamo una visione interiore. Le immagini realizzate con passione e verità diventano potenti, come possono esserlo le parole e raccontano con una finalità, osservare il mondo con gli occhi non con il mirino per comunicare tale visione del mondo. Translatio Sancti Nicoläi Il reportage fotografico sulla Traslazione delle Reliquie di San Nicola, ripercorrendo a bordo di una goletta la rotta da Bari a Myra navigata 922 anni fà da 62 marinai baresi, ripropone in maniera visiva l’epica impresa che ha costituito il filone d’oro della quasi millennaria tradizione barese, dal momento della Traslazione delle reliquie di san Nicola che ha costituito l’evento straordinario cambiado la storia della Città e della Provincia tutta. Per Bari quello che principalmente conta è che le reliquie del Santo venerato in tutto il mondo siano arrivate qui, diventando punto di riferimento del culto nicolaiano per tutti i devoti di questo Santo, realmente universale e squisitamente ecumenico, perchè ugualmente venerato da cattolici e ortodossi. Il vastissimo repertorio fotografico trova una preziosa sintesi nelle circa cento immagini a pieno formato esposte nella installazione di corso Vittorio Emanuele. Le foto, puntualmente accompagnate da una scheda descrittiva, offrono la possibilità di ammirare le coste mediterranee dello Ionio meridionale, del Peloponneso, delle Cicladi meridionali fino a costeggiare la Turchia meridionale per giungere a Myra passando per Olü Deniz, Patara, Kastellorizo, Kekova e Andriake, fornendo così le giuste coordinate storico-geografiche e informazioni sulla rotta. Ogni dettaglio è curato in maniera meticolosa, inoltre sarà esposto il volume dedicato alla traslazione accompagnato da testi a firma di esperti e in allegato il “Diario di bordo” scritto dalla giornalista Enrica Simonetti e arricchito da inediti scatti.

Post più popolari